Mille e le… Dolomiti

#trentino#veneto#friuli#cadore#italytrotter Appena tornata da una settimana in giro per Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia! Partecipanti: io, il solito marito TPO, Riccardo di 6 anni e mezzo, mio cugino e sua moglie. Il nostro OTR inizia da Fiera di Primiero in Trentino, dove abbiamo alloggiato all’hotel Castel Pietra per 2 notti in mezza pensione: assolutamente nulla da dire, ottimo servizio, belle camere, cibo squisito, massima igiene e attenzione alle norme anti-Covid, presente un’animazione serale per i bimbi, possibilità di usufruire della Spa e della palestra. Costo non basso, ma li vale tutti. Tappe dei primi due giorni: #Mezzano, carinissimo borgo, in cui è possibile seguire un percorso che vi conduce alla scoperta di installazioni artistiche create con cataste di legno…davvero suggestivo! #SanMartinodiCastrozza: salita con la cabinovia Tognola, in cima vi aspetta un parco giochi con uno slalom per palline di legno (si comprano al rifugio, 2 euro l’una, ma poi vi rimangono come ricordo) e a 10 minuti a piedi il balcone delle Dolomiti con un panorama fantastico sulle Pale di San Martino. Noi abbiamo poi proseguito la discesa a piedi fino alla partenza della cabinovia attraverso il sentiero del Panzer, molto carino perché vi accompagnano nel cammino delle riproduzioni a grandezza naturale degli animali di montagna con relative spiegazioni, ma abbastanza lungo. Noi abbiamo la fortuna che Riccardo è un gran camminatore, ma considerate che sono almeno 8 km, fortunatamente in discesa o pianeggianti, attraverso un bellissimo bosco di abeti (a un certo punto pensavamo addirittura di esserci persi… quando abbiamo visto in lontananza la cabinovia abbiamo esultato!!). #MalgaCivertaghe: la più antica del Trentino! Per rifocillarci dalla camminata avevamo prenotato un “cheesenic” ovvero un picnic con salumi e formaggi locali, ma il prato purtroppo era tutto bagnato, così ci siamo seduti ai tavoli all’aperto della malga ed è stato ugualmente bello, soprattutto perché ci trovavamo in un contesto stupendo tra prati verdi e montagne! #ValCanali: nel parco di Paneveggio, abbiamo prima visitato i dintorni di villa Welsperg, centro del parco, per poi approdare al laghetto Welsperg, un gioiellino, e fare parte del sentiero delle Muse Fedaie: ciò che ci interessava di più era il percorso kneipp in cui ci siamo divertiti a mettere i piedi a mollo nell’acqua gelida! Terzo giorno: ci siamo spostati in Veneto e abbiamo visitato #Feltre, cittadina che non mi ha lasciato molto a dir la verità, tappa al bar Bianco della latteria Lattebusche in cui abbiamo gustato un fantastico gelato, #PievediCadore con la casa di Tiziano (che abbiamo però visto solo da fuori) per arrivare ad #AuronzodiCadore dove abbiamo alloggiato una notte in mezza pensione all’albergo Serena: spartano, camera un po’ calda, ma carino e comodo perché proprio di fronte all’attrazione che più ci interessava ovvero il fun bob più lungo del mondo! Divertentissimo!! Si sale con la seggiovia sul monte Agudo e si scende col bob a tutta velocità… Riccardo è impazzito! Avevamo già fatto quelli a Merano 2000 e a Tarvisio, ma questo è lunghissimo! Quarto e quinto giorno: abbiamo alloggiato sempre in mezza pensione all’hotel Serena a #CortinadAmpezzo, comodo perché a due passi a piedi dal centro, un po’ datato ma funzionale, camere ampie, cibo buono e abbondante ma servizio molto lento (ci sono due turni, scegliete il primo altrimenti vi trovate a mangiare alle undici di sera!), prezzo altino ma a Cortina era uno dei più economici! Tappe: tre Cime di Lavaredo dal rifugio Auronzo con la strada a pedaggio che sale dal lago di Misurina e poi a piedi fino al Locatelli, 10 km di bellezza senza fiato. Assolutamente da fare!! Un consiglio: andate molto presto, noi da Auronzo siamo partiti alle 7,30 e ci vuole solo mezz’ora di strada, ma nonostante questo abbiamo rischiato di non passare! Infatti fanno passare un massimo di 800 auto al giorno ed è sempre strapieno. Mangiate al rifugio Lavaredo, ottimo! Ciclabile delle Dolomiti: abbiamo noleggiato le bici a Cortina e abbiamo fatto un tratto di questa bellissima ciclabile, una decina di km fino a San Vito di Cadore. Alcuni pezzi sono un po’ impegnativi perché sterrati e in salita, ma per la maggior parte la strada è asfaltata e in leggera discesa, attraversa un paesaggio strepitoso e noi ce la siamo proprio goduta. Al ritorno abbiamo preso l’autobus (le bici le mettono in un carrellino a parte) che ci ha portato direttamente al centro di Cortina. Cortina d’Ampezzo: bel centro pedonale pieno di negozi, una menzione speciale al bar Jambo per gli ottimi aperitivi a prezzi davvero contenuti! Se avete bimbi appassionati di macchinine come il mio vi consiglio di portarli al Paradise Play Park allo stadio del ghiaccio, dove possono guidarle in un piccolo percorso e fare anche altri giochi e voi potete dare un’occhiata alla bellissima pista olimpica di pattinaggio sul ghiaccio. Sesto giorno: dal Veneto abbiamo fatto una piccola deviazione in Friuli per vedere la diga del #Vajont, impressionante e commovente, e fare un salto a #Erto per scovare Mauro Corona: ebbene lo abbiamo trovato! Fatta la foto di rito, vista la sua bottega e il centro storico del piccolo paese, ci siamo fermati nel ristorante Julia, dove abbiamo mangiato abbondantemente e davvero bene, stra consigliato. Poi siamo andati a #Cimolais al parco faunistico Pianpinedo, dove ci aspettavamo di vedere più animali ma abbiamo visto solo uno stupendo branco di cervi e caprioli. Sicuramente non era l’ora giusta perché ancora troppo caldo, nonostante tutto abbiamo fatto una bella passeggiata nella natura. Tornati in Veneto, ci siamo diretti verso #Belluno dove abbiamo alloggiato al Bed in Bus, che ho scovato grazie a questo fantastico gruppo. Abbiamo quindi dormito in un vero autobus inglese a due piani completo di playstation 4, Netflix, tavolo interattivo e con pizza a domicilio! Riccardo non voleva più andarsene… e pure noi!! Consigliatissimo! Settimo giorno: prima di ripartire verso casa abbiamo fatto un giro a Belluno, dove ho fatto gli ultimi acquisti e ammirato il piccolo ma caratteristico centro storico. Una vacanza che consiglio a tutti, per i paesaggi, la natura, l’aria frizzante, gli splendidi borghi e anche per l’ottimo cibo! Da rifare!! 👍😍✌️🔝🔝

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...