Una lettera dalla Sierra Leone

Oggi ho deciso di pubblicare una lettera. Una lettera che mi arriva come un colpo dritto al cuore, una lettera che è stata scritta a una mia amica e collega e che mi ha aiutato a capire che cosa sta succedendo in un paese che è stato purtroppo dimenticato. Si tratta della lettera di Peter, un agricoltore e formatore, che vive in Sierra Leone. La sua terra è ormai devastata: le persone muoiono ogni giorno, la situazione è gravissima, gli ospedali non riescono più a ricevere persone, non c’è personale sanitario a sufficienza né equipaggiamento per limitare il contagio, inoltre non si trova più cibo, molte delle Ong internazionali hanno lascito il Paese. Ad oggi possiamo fare ben poco per aiutarli se non sensibilizzare la comunità e fare qualche donazione. Da qualche giorno Medici Senza Frontiere ha avviato la raccolta fondi tramite sms allo 45507, quindi potete contribuire in questo modo per cercare di arginare il contagio (www.medicisenzafrontiere.it/ebola). Vi consiglio inoltre di leggere un articolo pubblicato sull’ultimo numero di Internazionale “Tutto quello che non stiamo facendo contro l’ebola”. In sintesi si afferma che L’Organizzazione mondiale della sanità dovrebbe guidare la lotta contro l’ebola in Africa. Ma i tagli di bilancio degli ultimi anni hanno compromesso la sua capacità d’intervenire. Per questo nessuno ha preso misure efficaci contro la diffusione del virus.

Facciamo qualcosa noi, qualcosa di concreto e reale, parliamone, raccogliamo fondi, sensibilizziamo chi non conosce questo enorme problema e condividiamo tutte le informazioni con qualsiasi strumento! Qui di seguito trovate la lettera di Peter.

Dear Mari Angela,
L oneness for me and others has becomes our
life’s most painful experiences, but its especially difficult when we
are going through a trying situation of hope, were all is not lost in
the name of God, I’m writing to you as part of this family been
trapped in absolute danger of life around this dreadful disease of
Ebola, As you are aware, Sierra Leone has been facing this challenge
for the past four months. Many of us are concerned about our lives and
welfare, especially witnessing the death and discouraging burials of
some of our community members,
My sister,We are really facing difficult life, based on
the rising trend of other basic commodities, medical needs ,fear of
other related illness and cost of treatment, which  has created fear
among restricted people in fear of contracting this disease outside
our home,
Above all, essential requirements for life
sustainability have added a further weight to our suffering standards
for which we now hope on the saving and helping hand of kind friends
in Italy through the intervention of God.
As a friend and sister kindly use the following
information to help, NAME- ( PETER SANIEH KARGBO ) PLACE TO SEND MONEY
-( MONEY GRAM ) INDICATE CODE NUMBER THROUGH TEX OR THROUGH E’MAIL,INDICATE FULL NAME OF SENDER. My greetings and thanks to all family and friends in Italy,pray for us .

yours sincerely Peter s. kargbo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...